La Storia

Relazione sulle attività della Associazione degli ultimi anni 

Le cariche associative sono determinate democraticamente attraverso l’elezione diretta della assemblea dei soci. Vengono eletti il Presidente, il Vice Presidente, Segretario, Responsabile alle relazioni esterne e Tesoriere, che compongono il Consiglio Direttivo. Questo consiglio nomina il Responsabile alle attività sportive e il  Responsabile alla comunicazione.

Le risorse economiche utilizzate sono raccolte attraverso la quota di iscrizione dei soci, le donazioni di altri soggetti e i finanziamenti istituzionali a vari progetti approvati attraverso bandi di concorso.

L’Associazione ha una sola sede ad Arezzo ed i 200 iscritti vivono prevalentemente nel comune di Arezzo,ma le attività sono rivolte a tutto il territorio provinciale.

Le attività svolte in modo continuativo dai soci riguardano il sostegno a persone in difficoltà e la promozione dell’integrazione della comunità bengalese ad Arezzo.

Per la prima parte viene offerto un aiuto economico e logistico per il rimpatrio delle salme in Bangladesh, i soci si impegnano a sostegno delle famiglie in difficoltà e forniscono informazioni e traduzioni su normative e servizi pubblici a tutti quelle persone che non hanno una conoscenza sufficiente della realtà aretina e della lingua italiana.

Inoltre l’associazione è sempre disponibile a raccogliere fondi per aiutare le popolazioni colpite da calamità naturali e partecipa stabilmente al Consiglio Territoriale per l’Immigrazione presso la Prefettura di Arezzo.

Le attività culturali per la promozione dell’integrazione sono iniziate nel 2006 con la realizzazione di una festa per ricordare l’indipendenza del Bangladesh, il 22 dicembre, presso il sottochiesa di piazza Giotto ad Arezzo.

Attività 2007

 Il 21 febbraio 2007 l’Associazione ha realizzato una celebrazione in Piazza Guido Monaco ad Arezzo, per la Giornata Internazionale della Lingua Madre e nello stesso anno, il 25 aprile, ha partecipato con una squadra di calcetto altorneo “Un pallone per la Pace” realizzato dalla Circoscrizione 3 Saione, ha partecipato alla Festa dei Popoli, tenutasi nel mese di Maggio, ha partecipato il 16 luglio alla celebrazione dei caduti durante le II guerra mondiale presso il cimitero del Commonwealth di Indicatore (Arezzo). Nel mese di luglio l’associazione ha promosso una raccolta di fondi ( per un totale di 1500 Euro) per aiutare le popolazioni colpite dal ciclone Sidr in Bangladesh. Inoltre ad Agosto è stata realizzata una gita sociale a Mirabilandia (Ra) con la partecipazione di 150 persone.

Attività 2008

Nel 2008 le Celebrazioni della giornata Internazionale della Lingua Madre si sono tenute presso il Centro di Documentazione di Arezzo con il partecipazione delle istituzioni locali con il patrocinio e finanziamento della circoscrizione 3 Saione. In seguito si è ripetuta l’esperienza della partecipazione al Pallone per la Pace e alla Festa dei Popoli. Inoltre è stato realizzato un corso di italiano gratuito, in collaborazione con l’Ass. Migrantes Onlus, presso i loro locali in piazza Giotto, ad Arezzo ed un corso di lingua per donne, presso i locali della provincia di Arezzo in via Piaggia del Morello, in collaborazione con il Centro delle Culture di Arezzo. Nello stesso anno l’associazione ha iniziato una costante collaborazione con l’Orchestra multietnica del Comune di Arezzo ed ha realizzato in collaborazione con Arci e nei locali del Circolo Aurora, una rassegna di film asiatici chiamata “Asian Film Festival”. Anche questo anno, ad Agosto, è stata realizzata una gita sociale all’acquario di Genova con la partecipazione di quasi 100 persone.

Attività 2009

Nel 2009 le Celebrazioni della giornata Internazionale della Lingua Madre si sono tenute presso la Sala Montetini del Comune di Arezzo con il patrocinio e finanziamento del Comune, della Provincia e della Circoscrizione 3 Saione ed in collaborazione con l’Ass. DiversiUguali. L’associazione è tra i sostenitori del progetto della “Casa delle Culture” promosso dal Comune e del progetto “Avviciniamoci” realizzato dal Comune di Arezzo e dal Comando cittadino della Polizia Stradale per favorire l’educazione stradale dei cittadini stranieri. Come negli anni passati è stata ripetuta l’esperienza della partecipazione al Pallone per la Pace e alla Festa dei Popoli. Nel mese di settembre è stata realizzata un festa per la fine del Ramadan. Le attività in corso di realizzazione riguardano un corso di lingua italiana di II livello, svolto presso la sede dell’Ass. Migrantes, ad Arezzo ed un torneo di cricket tra i soci. Nei prossimi mesi l’Associazione sta programmando di ripetere un festival cinematografico, una festa per la celebrazione dell’indipendenza nazionale ed un progetto di sensibilizzazione alle problematiche giovanili in collaborazione con l’Associazione DOG di Arezzo.

Attività 2010
Febbraio : Festa della Lingua madre Internazionale; (700 Comune, Provincia 300, Saione 300, Migrantes spazio per attività – spesa totale 3000). Abbiamo realizzato un Totem raffigurante lo Shaid Minar in Piazza Giotto dal 21 fino al 28 febbraio, festa presso il sottochiesa Giotto per giorno del ricordo dei martiri di Dhaka, festa conclusiva il 28 febbraio presso la Sala Montetini di Arezzo con la collaborazione di Arci, Coordinamento Diversi Uguali, Migrantes, Associazione Dog – operatori di strada, Associazione rumena Dacii, Associazione dominicani di Arezzo.

25 aprile: Un pallone per la pace finanziato dalla Circoscrizione saione (autofinanziamento 150 euro).

Maggio: Puliamo il mondo in collaborazione con Legambiente, Arci, Coordinamento diversi uguali, Ass. Rumeni Dacii, Associazione Comunità bengalese, Associazione dominicani di Arezzo.

Giugno: partecipazione alla Festa dei popoli con il contributo di uno spettacolo sulla tradizione dei matrimoni in Bangladesh (80 euro contributo Migrantes, 150 euro autofinanziamento) .

Luglio: Torneo di cricket e premiazione presso Circolo Aurora (autofinanziamento 300 euro) e organizzazione Festa del rifugiato presso giardini campo di marte in collaborazione con Arci e Coordinamento diversi uguali, Emergency (Comune 1000 euro).

Agosto: Pic nic sociale al Parco Lignano e gita sociale a Gardaland (autofinanziamento: 5000 euro) .

Settembre: progetto “Il piccolo Teatro delle culture”- attività: corso di lingua bengalese realizzato presso il circolo Aurora in collaborazione con Arci  e laboratorio di teatro multietnico per bambini (2500 euro del Comune di Arezzo).

Ottobre: 
organizzazione del corso di Flamenco gitano presso Arezzo Factory (Comune 3500 euro), torneo di cricket (150 euro autofinanziamento), costituzione della squadra di calcio a 7 dell’Associazione culturale del Bangladesh “Royal Bengol” per partecipare al torneo Uisp (più goal) – autofinanziamento 1700 euro.

A breve partirà un altro campionato di cricket, sarà organizzata la cena sociale per l’iscrizione all’Associazione culturale del Bangladesh presso il Circolo Aurora e un progetto per una Festa multietnica in collaborazione con Arezzo Factory.

Novembre e Dicembre: Raccolta fondi per rimpatrio della salma e aiuto alla famiglia di un signore bengalese (8.000 euro).Raccolta fondi per sostegno economico, aiuto nel disbrigo delle pratiche burocratiche e facilitazione linguistica durante le visite mediche in favore di un giovane ragazzo bengalese in cura presso il sistema sanitario nazionale italiano e affetto da una grave malattia.

Nota: I finanziatori delle attività dell’Associazione culturale del Bangladesh sono i sostenitori privati e i soci, il Comune di Arezzo, la Provincia di Arezzo, Prefettura di Arezzo e alcune circoscrizioni cittadine. L’Associazione collabora costantemente con le altre associazioni culturali di immigrati della provincia di Arezzo nonché con Arci Arezzo, Migrantes, Centro delle culture, Arezzo Factory, Officine della cultura, Orchestra multietnica di Arezzo, Legambiente, Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa (CNA).

Attività  Anno 2011 
Le cariche associative sono determinate democraticamente attraverso l’elezione diretta della assemblea dei soci. Vengono eletti il Presidente, il Vice Presidente, Segretario, Segretario alle relazioni esterne e Tesoriere, che compongono il Consiglio Direttivo. Questo consiglio nomina il Segretario alle attività sportive, Segretario delle attività del gruppo femminile, Segretario alla comunicazione.

Le risorse economiche utilizzate sono raccolte attraverso la quota di iscrizione dei soci, le donazioni di altri soggetti e i finanziamenti istituzionali a vari progetti approvati attraverso bandi di concorso o per affidamento di incarico.L’Associazione ha una sola sede ad Arezzo ed i 55 iscritti vivono tutti nel comune di Arezzo, ma le attività sono rivolte a tutto il territorio provinciale.

Le attività, svolte in modo continuativo dai soci, riguardano il sostegno a persone in difficoltà e la promozione dell’integrazione degli stranieri e in particolare della comunità bengalese sul territorio di Arezzo. Inoltre l’associazione è sempre disponibile a raccogliere fondi per aiutare le popolazioni colpite da calamità naturali.

RESOCONTO DELLE ATTIVITA’  DELL’ANNO 2011

 

MARZO:  Festa della Lingua madre Internazionale: (Finanziamento di 900 euro da parte del Comune di Arezzo e di 1000 euro da parte della Provincia di Arezzo). La festa è stata realizzata nei locali della Sala Montetini del Comune di Arezzo. L’evento, in collaborazione con ARCI e Migrantes, ha avuto il patrocinio dall’UNESCO di Arezzo e dai Centri e Club UNESCO di Italia;  Progetto “Laboratori Itineranti” in collaborazione con Arci solidarietà, Arci, Cooperativa Colap, Officina delle culture: E’ stato ottenuto un finanziamento di 45.000 euro da parte del Ministero delle Politiche sociali;

APRILE:   Raccolta fondi per rimpatrio della salma e aiuto alla famiglia di un cittadino bengalese residente ad Arezzo da molti anni (1.000 euro)
25 Aprile – Partecipazione alla celebrazione del 25 Aprile in collaborazione con ANPI, SEL, Arci e Acli di Arezzo;

MAGGIO:  1 Maggio – Partecipazione all’evento “Un pallone per la pace” organizzato da UISP e Circoscrizione 3 Saione;

GIUGNO: Organizzazione del torneo di Cricket provinciale nell’ambito del progetto “Orientamenti: giocare in anticipo per l’integrazione” finanziato dal Ministero degli Interni con il Fondo FEI, in partenariato con Migrantes, Oxfam Italia, UISP (Unione Italiana Sport per tutti).

SETTEMBRE: Attivazione di uno sportello di consulenza legale e supporto al disbrigo pratiche rivolto a stranieri, in particolare ai cittadini bengalesi presenti sul territorio, presso i locali dell’Arci in Corso Italia, 205 ad Arezzo, con la presenza di 2 volontarie dell’Associazione culturale del Bangladesh: un interprete italiano/bangla (Afsara Tuli); 1 consulente legale (Paola Miraglia).

OTTOBRE: Affidamento (attraverso convenzione a termine il 31/12/2011) da parte della Provincia di Arezzo dell’incarico di gestione di un centro di accoglienza per profughi provenienti dalla Libia sito in Loc. Pieve al Toppo, via Beatrice 3 della capienza di 6 persone di nazionalità nigeriana. Il servizio è gestito da 3 operatori (coordinatore –Marco Paolucci, operatore legale – Eleonora Benassi, operatore sociale – David Carboni) e da 2 volontari dell’Associazione culturale del Bangladesh – Tito Anisuzzaman, Paola Miraglia.

DICEMBRE:   Avvio del progetto “La città di tutti!” finanziato dal Comune di Arezzo. Il progetto intende realizzare un corso di lingua italiana base dedicato alla conoscenza della città di Arezzo, della sua storia, dei suoi luoghi più frequentati, dei servizi offerti, delle opportunità che offre. Il corso, rivolto in generale alle donne straniere, è, in particolare, promosso grazie ai canali informali dell’Associazione culturale del Bangladesh, tra le donne di origine bengalese che hanno scarsa o nulla conoscenza della lingua italiana. Il corso avrà una durata di 42 ore e sarà strutturato in due lezioni alla settimana di 2 ore ciascuna. Il corso ha carattere innovativo poiché prevede una struttura completamente informale e partecipativa, dove l’insegnante (Sofia Eliodori) e il tutor linguistico (Afsara Tuli) dovranno guidare le studentesse in un laboratorio itinerante in giro per la città. Solo in parte quindi le lezioni saranno tenute in aula secondo l’approccio classico, ma principalmente saranno sfruttati gli spazi offerti dalla città, facendo conoscere i luoghi e la storia di Arezzo e lavorando in movimento, in un supermercato come alle poste, e creando delle situazioni tipo (secondo il modello dei giochi di ruolo) nelle quali le studentesse possano confrontarsi e imparare a cavarsela con i loro mezzi. Il progetto è coordinato da Paola Miraglia.

Avvio dell’attività del progetto “Laboratori Itineranti” coordinato da Paola Miraglia per l’attività di competenza dell’Associazione culturale del Bangladesh che concernono 2 laboratori teatrali scolastici e uno extrascolastico rivolti a bambini dai 6 ai 14 anni con l’obiettivo di sensibilizzarli alle tematiche interculturali. Gli operatori teatrali coinvolti sono Eleonora Rossi e Bartolo Incoronato della compagnia teatrale Il sogno Utile.

Copyright © 2015 Ass. Cult. del Bangladesh promozione sociale All rights reserved.
Tutti i diritti Riservati - E' vietata la riproduzione, anche parziale, di testi e immagini.
Ass. Cult. del Bangladesh promozione sociale
Sede legale: Via Beato Angelico 1 Sede operativa: Via Roma 18 - 52100 Arezzo (AR) - Italy - CF. 92052260517 PI. 02184730519 E-mail: info@bangladesharezzo.com
Created by: Gellus Soluzioni